nevedicarne di cara polvere

e disegno la luna

labarcala barca
esp_route100

DISCLAIMER E DIRITTI D’AUTORE

DISCLAIMER E DIRITTI D’AUTORE
Leggi il seguito di questo post »

pubblicazioni


Leggi il seguito di questo post »

un gatto e l’ uomo che porta un gatto al guinzaglio

Dieci anni di galera senza sapere quale pezzo di terra senza nome in mezzo al mare,era stata la sua prigione ma ora sta per tornare a casa.
Sull’ ancora che nel ritrarsi s’ incurva sfiorando la rena sotto la trasparenza dell’ acqua, sofferma lo sguardo.

Le carte erano tutte sul tavolo, qualcuno da dietro sussurrava la notizia del giorno: è tornato! è tornato! ma il gruppo non smise di giocare. semplice briscola, poche regole e passa il tempo. Poi il più giovane del gruppo si alzò allontanando bruscamente la sedia da sotto, si aggiustò i pantaloni e senza una parola si accese una sigaretta ed uscì.

Gli altri uomini non alzarono gli occhi per seguirlo. Leggi il seguito di questo post »

al posto del ragno ora scivola rugiada
presto torneranno gli insetti capovolti dal vento
dopo fatiche d’ ercole si rimetterano sulle zampe
cercheranno in alto il sole, i compagni.

faremo luce ai girasoli
semplici passi infiniti passi
………………. [ come sassi
che il fiume divora
la pelle
dell’ altra pelle lasciate
ceste al cadere delle stelle
fino alla canicola
invisibili.

bisogna pensare l’ ultima lente dell’ ultimo strato
al desiderio della doglia alla quale il muro fa arco
dalla neve al sole  l’ ultimo nastrino al polso
lasciare la coperta calda dell’ ultima parola.

[ ... ]

orali segni senza nome, di ambra
dipinti tenendo consiglio notturno
sul fuoco uno ch’ esiste per l’ altro
incastro di  anime sulle posizioni
sdrucite dalla distanza dal cielo
ma cantiamo, abbiamo cantato
quella mattina, spezzate le stelle.

[ ... ]

inutile combattere le passioni cupe
il sogno disfa l’ oggi e lo ieri
come aprisse finestre a una stanza
di fumo.

[ ... ]

sarà il bianco dello specchio ad accartocciarsi
l’ abbaglio che diffonde il sereno dove il mare
in tempesta ovunque sotto piccole pietre calde
nei tuoi capelli sulla tua nuca fra le dita come
sarà il bianco dello specchio ad accartocciarsi
scoprire un bosco freddo d’aurora e di notte
il fiume e il mare d’ arancio deserto cenere
del deserto che si posa araba sui rami sale
sui rami.

[ ... ]

 

architetture
grafica 3D
digital editing
grafica digitale

 

blusirena1 blusirenaspille1xpolene

per una lunga fila di cattedrali
rimbomba l’ inerzia del filo a piombo
non resta in piedi il ragazzo
ma combatte con le mani
senza coprirsi il viso,  la bocca.
al tramonto mangia chicchi neri
fino che orione soverchia il nido,
azzurro, come gli dice il sogno.

 

polenapolena
digital editing – grafica