lucido

da quale acquasantiera deserta te ne esci bagnato?

bastioni in pezzi di fango dietro le tue spalle, viola lo sfondo.

( canterò per sparire nella nebbia ma un ‘altra volta )

tu vieni con la barca che hai comprato –

fammi vedere la barca che hai comprato con la gabbia a prua,

che non si stacchi dal gancio sull’ oceano. sto cullando il riccio.

salva le uova blu. mangeremo un po’ di pesce fra amore e gente,

con la premessa d’ esser spettinata e ben vestita e truccata

e io, io, ascolteremo la tua voce quella sempre piena di passione

ad un tavolo sul mare: tu sei cesare, le legioni sono tue.

3 pensieri riguardo “lucido

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...